UN FUTURO DA CAPRO ESPIATORIO PER IL SINDACO

CONDIVIDI

SAN GIOVANNI IN FIORE – I proclami del sindaco sulle potenziali forti proteste per la questione sanità non sembrano aver smosso la città dal torpore. Un senso di rassegnazione pervade infatti San Giovanni in Fiore e nulla riesce a fare invertire la tendenza. Né i giovani privi di esperienza e storia di militanza, né la generazione delle storiche lotte per il lavoro, né gli anziani che hanno visto passare i movimenti per la terra, per le scuole, per l’ospedale …. Nessuno sembra aver voglia di ridare slancio civico a questa comunità. Eppure forse, l’unico che non ha niente da perdere è proprio il sindaco. Sarà lui infatti, se le cose non cambieranno, a fare da capro espiatorio. Dai discorsi che si fanno in giro, dalle spallucce che fanno i consiglieri comunali, dalle battute dei sedicenti dirigenti di partito, dall’atteggiamento “a camera stagna” degli assessori che si interessano solo del loro settore (con scarsi risultati tra l’altro ) , da tutto questo si evince che alla fine tutto ricadrà sul sindaco… a lui daranno le colpe mentre i meriti cercheranno di prenderli tutti. Proprio al sindaco quindi, conviene fare punto e a capo. Cambiare facce e nomi. Sbarazzarsi di uomini a cui sono stati affidati settori nevralgici della città e che non riescono a dare risposte o peggio ancora, spesso son riusciti ad acuire i problemi. Signor sindaco oggi le si chiede uno scatto d’orgoglio, di lanciare il cuore oltre la siepe, di dire qualche no…. Insomma di mandare a quel paese quelli che tra un po saranno pronti a mandarci lei.

Comments

comments